EDITORIALE

Resocontinforma festeggia il suo primo anno di vita, in contemporanea quasi con un evento che io ritengo importante e pietra miliare nel mondo di noi resocontisti e verbalizzatori: la conferenza di presentazione onA.I.R.. Perché la definisco importante? Innanzitutto perché ha visto relazionare un nostro rappresentante, degno ci tengo a dire, della categoria di noi verbalizzatori delle udienze penali (e anche di tanto altro!), mai ascoltati fino ad oggi e mai rappresentati in un convivio istituzionale. Poi perché mi rendo conto che la tecnologia che ci sta invadendo sta trasformando inevitabilmente il nostro settore, e appunto sto parlando del respeaking, quella tecnica tanto “odiata” dai trascrittori che da anni scrivono adoperando altre tecniche quali la stenotipia e la tastiera, e che si rifiutano di accettare la trascrizione mediante l’oralità quale sistema di verbalizzazione per il lavoro che fanno e che principalmente riguarda la ripresa del parlato nei processi penali all’interno dei tribunali. Non do torto a nessuno, e mi sento di dire che ciò che siamo e la professionalità che abbiamo raggiunto con anni e anni di lavoro oramai ci appartiene e mai ci verrà negata perché tutto quello che oggi siamo e abbiamo fatto e costruito fa parte comunque di noi e mai lo lasceremo. Ma si parla di futuro, e chi non diventerà stenotipista e vorrà riprendere in tempo reale il “parlato” abbraccerà sicuramente la professione del respeaker, che lo si voglia o no. Detto questo Resocontinforma vuole stavolta rendervi partecipi della Conferenza che si è tenuta a Roma il 12 settembre 2012, riguardante la presentazione dell’associazione onA.I.R. appunto, e lo fa in tempo reale, ossia resocontando appena gli interventi che si sono svolti e facendovi partecipare genuinamente a tutto ciò che è accaduto. Ringrazio voi lettori per il tempo che ci dedicate e personalmente rinnovo gli auguri a questo umile giornalino, che nasce il 19 settembre 2011 per dare voce alla nostra “categoria fantasma”, che spero,  nel suo piccolo, offra spunti di riflessione al discorso “verbalizzazione”. Saluti sinceri a tutti e buona lettura!

 

Rossella D’Arcangelo